12
ottobre
14:00 — 17:00
Farindola
Farindola, Pescara Italia
Caricamento Eventi

PROGRAMMA:
Ripartire dai sentieri” è un’iniziativa del Club Alpino Italiano per la valorizzazione delle emergenze storiche e ambientali delle zone colpitrogetto propone itinerari che ricollegano borghi e paesi attraverso un’antica rete di viabilità lenta in modo da offrire una proposta di turismo sostenibile, un’esperienza di cammino culturale e solidale e dal sisma.
Le località proposte sono quelle a oggi raggiungibili senza difficoltà particolari, attraversabili in sicurezza e dove non ci sono divieti di accesso e zone rosse.
Ripartire dai sentieri perché la rete sentieristica che innerva le zone montane e pedemontane del cratere sismico del CentroItalia è strategica per sostenere il turismo aiutando la ripresa della vita sociale e economica.
La nostra sezione, all’interno di questo progetto di sensibilizzazione e di vicinanza con le popolazioni di montagna colpite dal terremoto, organizza un’escursione di tre giorni, dal 12 al 14 ottobre 2018. Il sentiero prescelto è quello classico dell’escursionismo farindolese, che parte dalla conca carsica di Rigopiano fino a raggiungere la cima del Monte San Vito, all’interno del Parco Nazionale del Gran Sasso e Monti della Laga.
I posti disponibili, a causa delle scarse strutture ricettive, sono 25, il costo di massima è intorno ai 220 euri. Il pernottamento e la colazione sono previsti nelle seguenti strutture: Alberghetto la Cuccumella e nel B&B Altrocanto , mentre i pasti, per tutti, alla Cuccumella.
Le adesioni si raccolgono in sede nei seguenti giorni: venerdì 1, martedì 5 e venerdì 8 giugno, all’atto dell’iscrizione è prevista una caparra di €. 70.
I sentieri da percorrere nelle zone del terremoto sono tanti ed è auspicabile che, durante l’estate e non solo, si visitino le zone colpite dal sisma ed eventualmente si organizzino autonomamente alcuni giorni di escursioni.
Da Farindola si raggiunge su strada il rifugio Tito Acerbo da dove inizia il percorso. Seguendo il sentiero 200 e passando per Fonte della Radica, si arriva all’innesto nel sentiero 251, da dove inizia il tratto in salita che passa per la faggeta di Costa Mercante e poi per il Malepasso, che oggi rappresenta il confine geografico tra le province di Teramo e Pescara, fino a raggiungere il valico di Vado di Siella (1725 m).

Dal valico si può raggiungere Monte San Vito (1892 m) da dove, con buone condizioni atmosferiche, si gode di una vista a 360° su tutto l’Abruzzo montano e dal Monte Conero fino al Gargano. Il rientro per il Rifugio Tito Acerbo è per sentiero 254 e 200E, che percorre la mulattiera medievale e che tocca Fonte dei Trocchi (1524 m).

SCHEDA INFORMATIVA

Carattere della gitaPer escursionisti.

Difficoltà tecniche e pericoli oggettivi:Nessuna se non impegnativa a livello fisico.

EquipaggiamentoDa escursionismo in ambiente di media montagna, adatto alla stagione.

Attrezzatura: Bastoncini, pila

Dislivello:  766 m. circa,  in salita e in discesa. Sviluppo 9 km.

Tempo di percorrenza: circa 5 ore, più eventuali soste.

  • Salita: ore 03.00 / 00.00
  • Discesa: ore 02.00 / 00.00

Ritrovo e Partenza da CremaRitrovo al parcheggio di fronte alle ex Scuole Agello, ora Istituto Comprensivo Crema Due Nelson Mandela, alle ore 8.45

Partenza: ore 9.00

Percorso automobilistico di max:Crema, Piacenza Autostrada A1, Bologna, Autostrada A14, Pescara, Farindola.

Coordinatore di gita: Beppe Ruffo – Cell. 3400583639 Maurizio Domaneschi – Cell. 3332515983

Note: numero partecipanti max 25. L’uscita verrà effettuata anche in caso di tempo incerto o leggera pioggia.

SCHEDA INFORMATIVA

I partecipanti dopo aver preso visione del programma gita, e dopo essersi resi conto delle eventuali difficoltà del percorso, delle eventuali difficoltà tecniche e pericoli oggettivi (evidenziati in questa informativa), sono obbligati ad esprimersi favorevolmente o negativamente sulla propria autonomia di partecipazione. Dichiarano altresì di assumersi liberamente il rischio sportivo connesso, prendono atto che l’organizzazione da parte della sezione e dei suoi coordinatori di gita volontari è annessa agli aspetti puramente logistici, non prevede l’insorgere di alcun rapporto di accompagnamento, inoltre sono tenuti a presentarsi con 10’ di anticipo sul luogo della partenza. Con l’iscrizione si accetta quanto sopra riportato.

La gita può essere variata in toto o in parte ad insindacabile giudizio del coordinatore di gita.

Il coordinatore di gita ha facoltà di escludere dalla gita i partecipanti che si presentassero privi della necessaria attrezzatura riportata nella presente informativa.

Non sono ammessi alla gita coloro i quali non siano regolarmente iscritti in sede.

Tutti coloro che intendono partecipare ad una gita sociale devono iscriversi entro e non oltre:

-il martedì precedente all’uscita.

Non si accettano prenotazioni telefoniche.

Il costo dell’iscrizione per l’assicurazione è fissato per i non soci in Euro 8,00 per le gite di un giorno, mentre per quelle di due giorni è fissato in Euro 15,00. L’iscrizione (per soci e non soci) è subordinata al versamento della caparra, la caparra per il pernottamento al rifugio e l’eventuale Pullman sarà comunicata prima di ogni gita e al momento dell’iscrizione dal Coordinatore di gita. L’iscrizione alla gita comprende la copertura assicurativa in caso di morte o invalidità permanente, e copre i costi del Soccorso Alpino.

Il testo integrale del Regolamento è stato pubblicato sull’Annuario 2005/2006, ed è consultabile presso la sede di via Donati, 10.

 

Dettagli

Inizio:
ottobre 12 @ 14:00
Fine:
ottobre 14 @ 17:00
Categoria Evento:
Tag Evento:
, ,
Organizzatore:
Beppe Ruffo
Telefono:
3400583639

Prossimi Eventi

30
giugno

PUNTA CASTORE

6:00 — 17:00
@ Punta Castore
Scopri
07
luglio

PISTA CICLABILE VAL DI SOLE

6:30 — 17:00
@ Passo del Tonale
Scopri
21
luglio

CIMA MARMOTTA VAL MARTELLO

6:00 — 17:00
@ Val Martello
Scopri