15
settembre
8:00 — 17:00

Caricamento Eventi

Carattere della gita:

In ambiente collinare e montano, culturale e naturalistica.

Difficoltà tecniche e pericoli oggettivi:

Impegnativa a livello fisico, per EE l’ultimo tratto verso il  Corno della Marogna.

Equipaggiamento:

Media montagna, con abbigliamento adatto alla stagione ed alle condizioni meteorologiche.

Attrezzatura: 

Adatta alla escursione, ed alle condizioni del terreno.

Dislivello:   

Andata, + 80m + 270m, – 80m

Ritorno, – 270m

Tempo di percorrenza:

Andata, h. 0.30 + h. 1.30

Ritorno, h. 0.30 + h. 1,30

Ritrovo e Partenza da Crema:

Ritrovo al parcheggio I.I.S. Galilei, via Matilde di Canossa, Crema,  alle h. 06,30

Partenza: h. 06,40

Percorso automobilistico di max:

Crema, Brescia, Lago d’Idro,  Passo Ampola, Passo Tremalzo

Coordinatore di gita:

Irene Botturi

PROGRAMMA: 

Al Passo Tremalzo, area SIC(Sito d’importanza Comunitaria), nei pressi del rifugio Garibaldi, si imbocca il sentiero 415 fino alla stazione ornitologica di inanellamento, a scopo scientifico, a Bocca di Casèt (1608m). Qui incontriamo i naturalisti del MUSE di Trento, che ci guideranno all’osservazione dell’attivitá di classificazione dell’avifauna migratrice post nuziale. La rotta migratoria è quella italo-ispanica e le specie inanellate sono circa 80, si potranno vedere, ciuffolotti, tordi, luì piccolo e grosso, balia nera, cince, regoli, pettirossi, mentre vengono inanellati. Nel pomeriggio si sale al Corno della Marogna (1953 m), da cui, se la giornata lo permette, la vista spazia verso il lago di Garda, il lungo crinale del Monte Baldo e verso  le Alpi Giudicarie. Il primo tratto del sentiero  avviene su strada forestale, mentre ultimo tratto avviene su balze alte e rocciose, per escursionisti esperti, (EE). La discesa avverrà sullo  stesso itinerario della salita.

SCHEDA INFORMATIVA

I partecipanti dopo aver preso visione del programma gita, e dopo essersi resi conto delle eventuali difficoltà del percorso, delle eventuali difficoltà tecniche e pericoli oggettivi (evidenziati in questa informativa), sono obbligati ad esprimersi favorevolmente o negativamente sulla propria autonomia di partecipazione. Dichiarano altresì di assumersi liberamente il rischio sportivo connesso, prendono atto che l’organizzazione da parte della sezione e dei suoi coordinatori di gita volontari è annessa agli aspetti puramente logistici, non prevede l’insorgere di alcun rapporto di accompagnamento, inoltre sono tenuti a presentarsi con 10’ di anticipo sul luogo della partenza.Con l’iscrizione si accetta quanto sopra riportato. La gita può essere variata in toto o in parte ad insindacabile giudizio del coordinatore di gita. Il coordinatore di gita ha facoltà di escludere dalla gita i partecipanti che si presentassero privi della necessaria attrezzatura riportata nella presente informativa.

Non sono ammessi alla gita coloro i quali non siano regolarmente iscritti in sede.

Tutti coloro che intendono partecipare ad una gita sociale (escluso programma: Alpinismo giovanile e Sci alpino) devono iscriversi entro e non oltre:

– il martedì precedente all’uscita.

Non si accettano prenotazioni telefoniche.

Il costo dell’iscrizione per l’assicurazione è fissato per i non soci in Euro 9,00 per le gite di un giorno, mentre per quelle di due giorni è fissato in Euro 17,00. L’iscrizione (per soci e non soci) è subordinata al versamento della caparra, la caparra per il pernottamento al rifugio e l’eventuale Pullman sarà comunicata prima di ogni gita e al momento dell’iscrizione dal Coordinatore di gita. L’iscrizione alla gita comprende la copertura assicurativa in caso di morte o invalidità permanente, e copre i costi del Soccorso Alpino.Il testo integrale del Regolamento

è stato pubblicato sull’Annuario 2005/2006, ed è consultabile presso la sede di via Donati, 10.

Dettagli

Data:
settembre 15
Ora:
8:00 - 17:00
Categoria Evento:
Tag Evento:
,
Organizzatore:
Botturi Irene

Prossimi Eventi