23
febbraio
6:45 — 17:00
Valle Staffora
Valle Staffora
Pavia Italia
Caricamento Eventi
  • Questo evento è passato.

SCHEDA INFORMATIVA

Descrizione:
Escursione naturalistica in Oltrepò Pavese.

Dislivello – tempi:
A/R: +-385 -+230
A/R: 6/7 h.
Sviluppo 12 Km

Attrezzatura:
Da media montagna, adatta al percorso, alla stagione ed alle condizioni meteo.

Difficoltà:
E
Impegnativa a livello fisico.

Trasporto:
Auto proprie.
Ritrovo: parcheggio
I.I.S. Galilei, ore 7.30.

Cartografia:
Greppi editore, Appennino Lombardo Oltrepò pavese – CMOP: “App” I sentieri dell’Oltrepò Pavese

Responsabile escursione:

Beppe Ruffo – Operatore TAM/ONC – Cell. 3400583639

PROGRAMMA:

Località Casa Galeotti a 363 m slm, sponda orografica sx del torrente Staffora, in comune di Bagnaria (PV). In
ordine all’origine del nome, due sono le possibili ipotesi. La prima, vuole che il nome alla frazione sia stato
attribuito a seguito della presenza in questa località di un galeotto fuggito dalle prigioni di Gremiasco.
Il sentiero si inerpica subito con pendenza costante fino al Poggio di Dego, 728m slm, per poi iniziare a
scendere verso Nivione 498m slm (situato lungo la valle del torrente Lella, è caratterizzata da un paesaggio
peculiare che alterna superfici boschive a banchi di argille arenarie tagliati quasi verticalmente. Feudo
dapprima dei Malaspina e, successivamente, agli Sforza. In prossimità del paese, su un poggio ricoperto di
querce, si ergono i ruderi del castello distrutto nel 1360 da Galeazzo Visconti per una rivalità con i locali signori
Tebaldo. Della Chiesa di San Marcellino si sconosce l’epoca di costruzione; le prime notizie scritte che si hanno,
risalgono attorno all’anno 1500. Particolarmente interessante è la pittura murale posta al centro della parete di
sinistra, che rappresenta una Madonna in trono in atto di sostenere il Bambino). Durante la discesa a Nivione si
intravedono i calanchi (profondi solchi nel terreno lungo il fianco di un monte causato dall’erosione prodotta
dall’acqua, su terreni argillosi, sabbiosi, che si formano all’interno del terreno e si accentuano rapidamente,
allungandosi e procedendo a ritroso, ramificandosi e suddividendosi in numerose vallecole separate a loro
volta da strette creste). Il percorso è caratterizzato geologicamnete da rocce sedimentarie di origine marina,
intercalate da stratificazioni di tipo calcareo-marnoso e argillose. Il soprasuolo è costituito prevalentamente da
bosco ceduo di latifoglie, composto principalmente da roverelle, quercia farnia, castagni, carpino nero,
noccioli e ginestre. La fauna è composta principalmente da ungulati e vari predatori tra cui il lupo. Tra
l’avifauna è presente la poiana, lo sparviere, il gheppio, il succiacapre, la starna, il torcicollo e il picchio verde.
Pranzo al sacco. Apertura iscrizioni: venerdì 14 febbraio, dalle ore 21.15.

Dettagli

Data:
febbraio 23
Ora:
6:45 - 17:00
Categoria Evento:
Tag Evento:
Organizzatore:
Beppe Ruffo
Telefono:
3400583639

Prossimi Eventi

05
aprile

Santuario di San Romedio

7:00 — 17:00
@ Santuario di San Romedio
Scopri
18
aprile

Hiski

8:00 — 17:00
@ Livigno
Scopri